annunci immobiliari by Case24.it
Blog/News

Nuove regole per i condomini dal 18 Giugno

04 Giugno 2013

Dal 18 Giugno entrerà in vigore una nuova legge che regola i rapporti tra inquilini ed amministratori di condimini.
Oltre alla modifica sulle maggioranze variabili, già trattate in un articolo precedente, vi sono altre novità importanti.

Ad esempio il nuovo regolamento prevede un obbligatorio anagrafico generale dei condomini, la possibilità di un cambio d’uso dei locali, la facoltà per ogni inquilino di slacciarsi dal riscaldamento centralizzato e poter mettere una caldaia autonoma.
Diventa, inoltre, possibile istallare apparecchi di videosorveglianza in zone comuni.

Un'altra novità importante è relativa al pagamento anticipato da parte dei condòmini dei lavori da effettuare sul condominio. 
«Molte volte le imprese sono pagate con ritardi di mesi per dei lavori condominiali, tanto che spesso non mancano le azioni legali contro il condominio e i suoi condòmini», dice Danilo Martorelli, presidente della Cna Lazio.

Novità anche per quanto riguarda l'amministratore di condominio. Gli amministratori, per poter esercitare, dovranno sottoporsi a corsi di aggiornamento continui, non basterà più quindi avere semplicemente il diploma di ragioniere.
Sarà necessario inoltre aprire un conto corrente per ogni condominio e realizzare un sito web dove ogni inquilino potrà verificare proposte, delibere, comunicare con l'amministratore. Inoltre l'amministratore avrà l'obbligo della riscossione forzosa, tramite decreto ingiuntivo entri sei mesi nei confroniti dei condçmini che non paghino le spese condominiali.

La speranza, con questa riforma, è di disciplinare in maniera più rigida i rapporti tra condòmini ed amministratori, tentado di accontentare entrambe le parti.


Commenti dei lettori
13 Giugno 2013 - Commento inviato da VALTER
nel caso di lavori condominiali da effettuare un condomino non dispone di soldi da anticipare cosa fa?
13 Giugno 2013 - Commento inviato da leopoldo
Com'? possibile potersi staccare dal riscaldamento centralizzato per poi optare per uno autonomo quando la normativa nazionale lo vieta? Se il Condominio si oppone all'installazione di una canna fumaria esterna cosa succede? Grazie
13 Giugno 2013 - Commento inviato da Loreto Di Nucci
l'amministratore avrà l'obbligo della riscossione forzosa, tramite decreto ingiuntivo entri sei mesi nei confroniti dei condÁmini che non paghino le spese condominiali. Detto ciò, se un condomino non pasa da un anno il riscaldamento, appena entra in vigore tale normativa, è da quel giorno che devono trascorrere i sei mesi oppure vengono già considerati maturati (i sei mesi)? Grazie infinite.

Commenta l'articolo
Tutti i campi sono obbligatori e la loro mancata o parziale compilazione non permetterà l'invio del commento.
Ti ricordiamo che l'indirizzo e-mail non verrà visualizzato.
Nome:

E-mail:

Commento:



[ Torna agli articoli ]